A Reggio Calabria record di reati ambientali

giovedì, 26 maggio, 2011
Nessun Commento




Ecco dove finisce una parte della fogna a Reggio Calabria: direttamente in mare. Siamo al Lido comunale, la spiaggia più frequentata del Lungomare reggino e questo è lo scenario che si presenta a pochi metri dal tratto di costa tirrenico. Cattiva depurazione, allacci abusivi, depuratori vecchi e in stato di abbandono sono i mali endemici della Calabria che, come emerso dall’ultima edizione di Goletta verde, è sul podio delle regioni con il mare più inquinato insieme a Campania e Sicilia. Nonostante segnalazioni, sequestri, 10 anni di gestione straordinaria e centinaia di milioni di euro stanziati, il quadro secondo il dossier Acqua nere di Legambiente è sconfortante: ben 1689 reati legati alla depurazione e agli scarichi illegali in mare e la provincia di Reggio Calabria con 694 infrazioni accertate (41% del totale) detiene il record regionale di reati

358, quasi una al giorno le infrazioni del 2010 che hanno portato all’arresto di 440 persone e al sequestro di 42 impianti, 14 dei quali fuoriuso. I dieci anni di commissariamento, secondo Francesco Falcone, direttore di Legambiente Calabria, hanno favorito gli appetiti di amministratori corrotti, criminalità organizzata e piccoli e grandi truffatori, che hanno reso il sistema di depurazione regionale un malaffare da 900 milioni di euro.

In attesa dei dati Arpacal sullo stato di salute del mare calabrese anche la Commissione europea è intervenuta sulla questione depurazione deferendo 22 comuni per violazione della normativa relativa al trattamento delle acque reflue urbane.

servizio di Dominella Trunfio

  • Facebook
  • Twitter
  • Tumblr
  • FriendFeed
  • Google
  • Google Reader
  • Blogger
  • Google Buzz
  • Digg

Rispondi!

Aggiungi il tuo commento o il trackback dal tuo sito! Puoi anche sottosctivere questi commenti via RSS.

Tag permessi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> Puoi usare Gravatar su questo Magazine per essere riconosciuto globalmente registrandoti su Gravatar.com.

Più Visti

Ultimi Commenti