Camicie Verdi, il nuovo doppio singolo di Masta, dei Kalafro

mercoledì, 20 luglio, 2011
Nessun Commento




disponibile in free-download

dal 30 luglio

Si chiama Camicie Verdi il nuovo doppio singolo di Nicola Casile, in arte Masta, una delle voci della band calabrese Kalafro.

Un titolo che lascia poco spazio ai dubbi e alle interpretazioni. Due brani che, in pieno stile Kalafro, affrontano la tematica dell’amore per la propria terra in chiave militante e guerrigliera, invitando i meridionali a documentarsi sul proprio passato e a opporsi fermamente al progetto politico razzista e populista della Lega Nord.

Ed anche in questo caso – come nell’ultimo album dei Kalafro “Resistenza Sonora” – la scelta è stata quella di ricorrere a toni duri, ormai necessari in questi tempi duri.

“Camicie Verdi” è l’orgoglio di chi non si rassegna allo stato di cose presenti ma si pone degli interrogativi; è la voglia di riscatto per troppi anni di cattivi governi e pessimi politici; è il realismo di chi non esaurisce in un semplice piagnisteo la tanto sbandierata “questione meridionale”; è la volontà di costruire un’Italia finalmente unita, animata da sentimenti di rispetto, fratellanza e collaborazione.

“Atterrite queste popolazioni”, invece, è un modo per celebrare in chiave critica e non retorica il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, oggi che il divario tra Nord e Sud è tristemente eloquente.

L’invito a “sparare”, nel brano che da il titolo al singolo, rappresenta un invito alla partecipazione, al risveglio collettivo e alla scoperta di una storia e di un orgoglio che forse molti di noi meridionali hanno rimosso.

Ognuno spara con l’arma che possiede: un cantante ha la sua musica, un poeta le sue parole, un giornalista la sua penna. La gente ha la propria voce e il proprio voto.

Difendiamo la nostra dignità e lavoriamo per la nostra terra!


Track list

1-    Introduzione all’Italia Unita

2-    Camicie verdi

3-    Atterrite queste popolazioni

4-    Camicie verdi (strumentale)

5-    Atterrite queste popolazioni (strumentale)

  • Facebook
  • Twitter
  • Tumblr
  • FriendFeed
  • Google
  • Google Reader
  • Blogger
  • Google Buzz
  • Digg

Rispondi!

Aggiungi il tuo commento o il trackback dal tuo sito! Puoi anche sottosctivere questi commenti via RSS.

Tag permessi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> Puoi usare Gravatar su questo Magazine per essere riconosciuto globalmente registrandoti su Gravatar.com.

Più Visti

Ultimi Commenti